SPAZIO81: Eventi di Aprile

Aversa (CE), aprile 2010

Comunicato stampa

9 aprile 2010 ore 19.00, SPAZIO81 presenta il libro di Luigi Esposito 'Detti aurei. Tredici gesti in un solo atto', Lavieri, 2010, con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Caserta.
"Detti aurei" è un'opera pittografica in tiratura limitata di 400 copie, contenente una stampa a rilievo autografa. L'eclettico studio traccia un percorso introspettivo nel complesso e stravagante mondo degli aforismi di Alberto Casiraghy (scrittore, poeta, pittore, dal 1982 gestisce la casa editrice PulcinoElefante, conosciuta e amata dai più raffinati cultori dell'editoria). Composta in una folata di tempo, nell'estate del 2008, ha tutte le caratteristiche del teatro strumentale, ove gli esecutori coprono ruoli di performer, con momenti di happening e fuori scena. Il libro nasce dall'esigenza di unificare più forme espressive (musica, pittura, video, teatro) in un'unica forma di rappresentazione, dove lo svolgersi di un'azione non sia semplicemente raccontato, ma offerto in una più vasta possibilità di comprensione.
Col testo sarà esposta la "serie pittorica" dei Detti aurei, tredici opere dai tratti marcati, segnate da linee, figure convesse, sagome colorate, spettri pittorici.
Durante la presentazione del libro interverranno Piero Viti, chitarrista e performer, e Paolo Graziano, scrittore, saggista.

Luigi Esposito (Roma, 1962) è compositore, musicologo, performer, artista visivo. Completati gli studi accademici (Laurea con lode in Composizione con mezzi elettroacustici; Diploma in Musica Corale e Direzione di Coro; Diploma in Musica Elettronica al Conservatorio Santa Cecilia di Roma), entra in contatto con le maggiori personalità artistiche del panorama internazionale, in particolare con Sylvano Bussotti; inizia cosଠl'interesse all'arte visiva, ai linguaggi multimediali e pittografici. Dal 1994 ha prodotto disegni, dipinti, grafici, opere plastiche e video art che sono frutto di una nuova codifica del pensiero musicale.La sua produzione spazia da lavori per la scena, a composizioni per grandi organici, da monografie strumentali, a brani di musica elettronica, fino alla creazione di partiture pittografiche destinate all'Azione Performatica/Sorprendente del 'divino esecutore'.
Sue opere sono state eseguite in prima mondiale in festival nazionali ed internazionali (Autunno Musicale 2000; XII Festival Internazionale di Venezia da Vivaldi a Cimarosa; Cimarosa Europe Festival; Cosmogonia Palermitana; Synapser#4; Festival Dissonanzen 04/05; Tokyo Opera, Oji Hall, Ginza Chuo-Ku - Tokyo; Antidogma Musica; Universidad Carlos III de Madrid, Salà³n de Grados dell'Auditorio "Padre Soler", 2007) e trasmesse da varie emittenti radiofoniche e televisive (Radio Rai Uno; Radio Tre Suite; Rai Tre; Rai International). Nel 2004 la sua opera Oργή (un ciclo gigantesco di trentacinque brani per pianoforte), è stata incisa in CD dal pianista e compositore Hidehiko Hinohara. Ha pubblicato lavori di analisi e opere musicali per il Teatro dell'Opera di Roma e per le case editrici Bèrben; PulcinoElefante; Spirali/vel; Santabarbara; Pagano; Transeuropa; Spring; Lavieri. Ha inoltre pubblicato con Sylvano Bussotti e con i poeti e scrittori Ennio Cavalli, Alberto Casiraghy e Alda Merini. e' redattore della rivista europea di arte e letteratura SUD. Dal 1998 il suo nome figura nell'Enciclopedia Italiana dei Compositori Contemporanei edita da Pagano (NA). Nel giugno del 2009 è stato Composer in residence al "Forum fà¼r Neue Musik" di Oberstdorf (Germania).
Le sue opere visive sono state esposte in luoghi prestigiosi (Empiria, Roma; Museo Campano, Capua; Reggia di Caserta; Galleria Mimmo Scognamiglio, Napoli; Centro ARĔA, Palermo; Villa Serena, Bologna).
Sovente alterna la sua attività di compositore a quella di pianista, direttore, regista, conferenziere e performer electronics live, nonchà© di organizzatore e ideatore di rassegne musicali.
dal 16 al 22 aprile 2010, A di A - A di arte A di architettura - vernissage venerdì 16 aprile ore 19.00, Ex-Palazzo del Fascio, P.zza Matteotti, Caserta
L’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Caserta, mediante l'organizzazione di un planning di eventi espositivi di respiro nazionale ed internazionale, è stato parte attiva, negli ultimi anni, nella promozione dei valori architettonico – culturali stillati da ricerche svolte nel contesto territoriale casertano.
“A di A - A di arte A di architettura” è una mostra collettiva incentrata sul rapporto figurativo che esiste tra l’arte e l’architettura, tema mai abbastanza speculato, qui offerto come medium propositivo per i lavori di artisti esordienti e non, e di architetti inscritti all’albo professionale di Caserta, tutti legati, per interesse culturale alla ricerca o professionalmente alla realtà urbana della provincia casertana.
Per l’occasione l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Caserta ha incaricato per la selezione delle opere e l'allestimento della mostra il team di Spazio81 (fondato dagli architetti Caterina Belardo, Luigi Rondinella e Silvia Tartaglione), eclettico studio d’architettura e spazio espositivo con sede in Aversa, che dedica parte della sua attività, mediante una fitta rete di collaborazioni professionali che ha intessito con artisti, grafici e storici dell’arte, allo svolgimento e alla promozione di indagini critico – culturali sul "recupero culturale" del territorio campano.
L’evento espositivo “A di A” intende declinare, secondo un’analisi a tratti diacritica, la materia dell’arte vista dagli architetti, e quella dell’architettura vista dagli artisti. Da un lato gli architetti, necessariamente costretti a inclinare la loro propedeutica creatività a ragioni tecnicistiche, dall’altro gli artisti, creativi stricto sensu, scevri nello loro elaborazioni progettuali da vincoli specialistici di ogni genere.
E dunque, in mostra le opere di architetti e designers (Dario Madonna, Ludovico Nappa, Francesco Nappa, Antonella Petrillo, Fabrizio Silvestri) e di artisti (Raffaele Bova, Giuseppe Di Meo, Vincenzo Iodice, Luca Lubello, Angelo Maisto, Charlotte Sorensen), tutti legati al territorio casertano, per ragioni anagrafiche o di ricerca. Un’esposizione d’arte che è una miscellanea composta da personalità già affermate nei relativi campi professionali e da giovani promesse. Architetti che adoperano la loro sensibilità espressiva per parlare di composizione attraverso i “mezzi” dell’arte, artisti che personalizzano il tema dell’architettura fornendone una lettura introspettiva.

SPAZIO81 nasce nel 2009 ad Aversa, Caserta, come insieme collaborativo di architetti ed artisti teso allo svolgimento di indagini sul "recupero culturale" del territorio. SPAZIO81 riversa in modo eclettico le sue attenzioni sui disagi culturali e territoriali dei contesti antropizzati, elaborando trasversalmente il concetto di "trasformazione", indagato nelle sue potenzialità compositive ed espressive. SPAZIO81 segmenta la sua struttura in due macro-settori dedicati alla progettazione architettonica e alla promozione del lavoro di artisti campani mediante l'organizzazione di mostre e workshop. Il progetto collettivo SPAZIO81 è fondato dagli architetti Caterina Belardo, Luigi Rondinella, Silvia Tartaglione; la curatela degli eventi artistici è svolta dalla storica dell'arte Lucia Ferrara; l'immagine di SPAZIO81 è curata dal grafico Giacomo Ferrandino.
SPAZIO81, Via Roma, 249 - 81031 Aversa (CE), Italia - T/F +39 08119814873
 spazio81asscociazione@gmail.com - www.ec2.it/spazio81

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.