Ouverture - 7 giorni prima: Venerdì fè un passetin

S. Leucio (CE), 28 settembre 2012

Articolo di Rossella Barsali, foto di Domenico Santangelo

Post-it Off TEA – Venerdì fè un passetin

Dio, nella sua divina previdenza, non ha dato la barba alle donne perchè esse non sarebbero state capaci di tacere mentre venivano rasate. Alexandre Dumas (padre) (Fonte sconosciuta)

Peppino Mani dell'angelo (primo studio)
Di Michele Pagano. Con Barbara Cerrato. (http://youtu.be/HgIwmKeRDvU)
Non tutti i mestieri sono per tutti, soprattutto non tutti sono disposti a farsi carico di insegnarli. Storia semiseria di una bambina con un talento particolare, al quale lei non vuole rinunciare: fare la barba. Rifiutata perchè femmina non le resta che adottare l'antico trucco caro alle nostre ave, quando si impossessano delle abilità maschili: vestirsi da ragazzo. Il Progetto proseguirà "sul campo" fino a quando Barbara non imparerà a "fare la barba". Assolutamente originale, come tutte le storie che derivano da fatti realmente accaduti.

Incontro con con Ernesto Mahieux , ovvero: quando la statura non si misura in centimetri!
Da Napoletano verace, Mahieux incanta la platea per la voglia che ha di raccontarsi, attraverso gustosi aneddoti che diventano spaccato di Storia del Teatro napoletano. Lavorando con Pupella Maggio prima e con Mario Merola poi, Mahieux ha maturato un'esperienza tale da fargli intendere il mestiere di attore come un lavoro appassionato e durissimo, non per tutti. Ricorda con affetto il suo primo mentore al teatro, suo padre, e dichiara che le commedie pi๠ben rappresentate le ha "viste" alla radio, attraverso le descrizioni che delle scene faceva il padre. Infine, il suo rapporto col cinema, che culmina col Davide di Donatello per "L'imbalsamatore" di Garrone, dal quale Mahieux tenta la fuga per ben tre mesi perchè non convinto del copione, e dove interpreta il ruolo di protagonista con assoluta bravura.
Un sorriso che mette allegria. Unico.

Fabula Rasa tratto dalle fiabe de Subcomandante Marcos. Di Pino Carbone con Antonio Tufano.
Dicono di Fabula Rasa che sia spettacolo forte, violento, eccessivo a tinte lampeggianti. In particolare, c'ਠuna scena di una bambola appesa ad una catena che, nella sua crudezza, può lasciare un'impressione intensa. La differenza di interpretazione, per chiunque assista a Fabula Rasa sta nella conoscenza dei fatti relativi alla vicenda del Subcomandante Marcos. Senza se e senza ma. Come è il lavoro di Carbone. Definito.

Consulta: Ouverture - 7 giorni prima: Teatro Musica Incontri Arte

Officinateatro – Viale degli antichi Platani, 10, 81100 San Leucio (CE)
Info e prenotazioni: 0823.363066 – 3491014251 info@officinateatro.com, www.officinateatro.com 

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.