Aperia

Il Campanello dello Speziale

Claudia D'Antonio

Uto Ughi

 

Jonas Kaufmann - PHOTO DI Gregor Hohenberg

Canadian Brass

 

Un’estate da Re

Caserta - dal 27 giugno al 7 Agosto 2018

Comunicato stampa

Presentata la terza edizione di Un’estate da Re, la grande musica alla Reggia di Caserta che quest'anno annuncia dieci appuntamenti: un inizio travolgente il 27 giugno con la Nona di Beethoven diretta da Juraj Valčuha premiato come il migliore direttore d’orchestra dell’anno e la chiusura, il 7 agosto, affidata alla star indiscussa dei palcoscenici lirici internazionali, il tenore Jonas Kaufmann, in coppia con il soprano Maria Agresta.
La rassegna quest'anno si allarga anche al Belvedere di San Leucio e si riconferma l’appuntamento da non perdere della stagione estiva per tutti gli appassionati della grande musica sinfonica, lirica e del balletto. Da sabato 9 giugno in vendita i biglietti, con il circuito ETES e i relativi punti vendita (www.etes.it)
Interamente finanziata dalla Regione Campania, con la direzione artistica affidata al Maestro Antonio Marzullo, il festival è ancora una volta il terreno di collaborazione tra il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Novità di quest’anno è anche la scelta dei luoghi che ospiteranno i concerti: confermata l’Aperia, il teatro naturale sotto le stelle allestito nel cuore del Giardino Inglese della Reggia di Caserta in quella che un tempo fu prima una cisterna e poi area destinata alla produzione del miele, e la Cappella Palatina. Alle due sedi della Reggia quest’anno si aggiunge, grazie alla collaborazione con il Comune di Caserta, un altro dei siti reali patrimonio UNESCO dell’area casertana, il Belvedere di San Leucio, collegato alla Reggia e cuore dell’utopia di Re Ferdinando, oggi sede del Museo della Seta.
programma:
27 giugno, teatro dell’Aperia, Sinfonia n.9 in re minore, Op. 125 "Corale", di Ludwig van Beethoven, diretta da Juraj Valčuha con orchestra e Coro del Teatro di San Carlo. (nostro articolo)
Sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, teatro dell’Aperia, "Il Campanello dello Speziale" di Gaetano Donizetti. Direttore d’orchestra Giuseppe Montesano e regia di Riccardo Canessa. Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo.
Sabato 7 luglio (Rimandata al 13 per maltempo), teatro dell’Aperia, "La Dirindina" intermezzo comico in due parti nell’opera “Ambleto”, di Domenico Scarlatti, su libretto di Girolamo Gigli. Revisione critica e inserti a cura di Ivano Caiazza, direttore Maurizio Agostini, regia Riccardo Canessa. Quintetto d’Archi del Teatro di San Carlo.
Sul podio Maurizio Agostini, impegnato a dirigere il Quintetto d’archi del Teatro di San Carlo (composto da Cecilia Laca, Luigi Buonomo, Antonio Bossone, Luca Signorini, Ermanno Calzolari), e Livia Guarino al basso continuo. Riccardo Canessa firma la regia mentre i costumi sono di Concetta Nappi. La revisione critica e gli inserti musicali sono di Ivano Caiazza. Il cast vocale sfoggia Sonia Ciani nei panni della vispa Dirindina, Carlo Torriani in quelli di Don Carissimo e Enrico Iviglia nel ruolo di Liscione. La voce recitante è di Lara Sansone.
Scritta per la Stagione di Carnevale 1715 del Teatro Capranica di Roma, La Dirindina, piccolo gioiello musicale di Domenico Scarlatti, subì il taglio della censura a causa delle intemperanze del testo. Il librettista Girolamo Gigli, aveva scritto un testo che denunciava, attraverso un’avvincente linguaggio satirico, le cattive abitudini del teatro musicale e il falso moralismo impersonato in particolare dalla figura di Don Carissimo. La freschezza della partitura di Scarlatti corrisponde puntualmente alle occasioni comiche offerte dal libretto, esaltato sul piano drammaturgico dalla vivacità e leggerezza ritmica della musica scarlattiana.
Giovedì 12 luglio, teatro dell’Aperia, (balletto) "Cenerentola" su musica di Sergej Prokof’ev ed uno scenario di Nikolay Volkov. Con Claudia D'Antonio e Alessandro Staiano e il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo.  (nostro articolo)
Sabato 14 luglio, Aperia, il violinista Uto Ughi con un concerto dedicato ai suoi repertori classici.
Uto Ughi, che raramente nella sua carriera ha suonato all'aperto, sarà accompagnato al pianoforte da Bruno Canino e interpreterà musiche di Ludwig van Beethoven, Fritz Kreisler, Camille Saint – Saens, Pablo de Sarasate. Erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche, Uto Ughi incarna alla perfezione l’archetipo del violinista per antonomasia. Il suo timbro è privo di spigoli; nelle sue esibizioni più del virtuosismo sfrenato, dell’agilità perfettamente calibrata e dello slancio lirico, a lasciare a bocca aperta è la magia di un suono che è diverso da tutti, che sembra provenire da un luogo misterioso e luminoso e porta pace nell’animo di chi lo ascolta
Sabato 21 luglio, Belvedere di San Leucio, "Madama Butterfly"  di Giacomo Puccini. Direttore d’Orchestra Francesco Rosa, regia di Renzo Giacchieri. con l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Martedì 24 luglio, teatro dell’Aperia, Concerto Canadian Brass con musiche di Johann Sebastian Bach, Werke von S. Scheidt, Enrique Crespo, Leonard Bernstein, Wolfgang Amadeus Mozart.
Canadian Brass è un quintetto di ottoni canadese fondato da Chuck Daellenbach, Stuart Laughton, e Gene Watts nel 1970.
Un repertorio senza confini per una sonorità divenuta riconoscibile grazie alla sua unicità. Oltre ad avere una intensissima attività concertistica, i Canadian Brass hanno inciso più di cinquanta album. Hanno suonato e inciso centinaia di trascrizioni, arrangiamenti e opere originali per quintetto d’ottoni.
Sabato 28 luglio, Belvedere di San Leucio, "Cavalleria Rusticana", il capolavoro di Mascagni; direttore d’Orchestra Francesco Ivan Ciampa, regia di Riccardo Canessa con l’Orchestra e Coro del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.
martedì 7 agosto, teatro dell’Aperia, Jonas Kaufmann e Maria Agresta con l’Orchestra del Teatro di San Carlo e con l’Orchestra del Teatro municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno.

(Gli spettacoli iniziano tutti alle ore 21. I dettagli nelle schede dei singoli appuntamenti).
Sarà possibile – previa prenotazione - prima di ogni spettacolo partecipare ad una visita guidata in gruppo alla Reggia di Caserta o al Belvedere di San Leucio. I costi dei biglietti variano a seconda degli appuntamenti. Al ristorante sito accanto alla Fontana di Diana e Atteone ci saranno aperitivi a tema e cene al termine degli spettacoli. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.unestatedare.it.
Quest’anno la manifestazione “viaggia” con Trenitalia vettore ufficiale, i possessori di Cartafreccia, biglietto AV per Napoli e Caserta e biglietto Regionale per Caserta hanno uno sconto del 50% sull’acquisto del biglietto dei concerti ad esclusione di Kaufmann. Sconto del 30 % su tutti gli appuntamenti ad esclusione di Kaufmann per i possessori di Campania>Artecard.
La manifestazione ha inoltre il patrocinio di Rai Campania e media partnership di Radio 3.Spotify è official music streaming partner con un account ufficiale della rassegna, dove saranno caricate playlist create per l’occasione anche dai tanti artisti e musicisti che parteciperanno all’evento.Sarà inoltre possibile raggiungere le location della rassegna anche attraverso il car pooling di Bla Bla Car, partner tecnico.
La manifestazione è finanziata dalla Regione Campania con fondi POC 2014-2020.

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.