.

 

Libreria Spartaco: eventi ed attività

S. Maria C. V.  (CE) - Marzo 2019

Comunicato stampa


Venerdì 5 aprile, ore 18: per il ciclo "Note a piè di pagina. Una sera con", incontro con la band "Letti sfatti". Presentazione del cd "Ogni giorno rischio di essere felice" in uscita il 29 marzo con gli artisti Jennà Romano (voce, strumenti a corde e sintetizzatori) e Mirco Del Gaudio (batteria e percussioni). Introduce e presenta Raffaele Calvanese. Ingresso libero.
Venerdì 12 aprile, ore 18, presentazione del libro "Di cosa parla veramente una canzone" di Raffaele Calvanese (ed. Scatole Parlanti). Ingresso libero.
Raffaele Calvanese è nato a S. Maria Capua Vetere (CE) nel 1981. Speaker radiofonico e giornalista musicale, si è laureato in Scienze Internazionali e diplomatiche presso l’Orientale di Napoli.
Dal 2011 al 2016 ha collaborato con Radio Prima Rete, a Caserta, dove ha condotto The Otherside, programma da lui ideato. Dal 2017 va in onda su New Radio Network dove intervista le realtà musicali emergenti della Campania. Scrive per le riviste “Oca Nera Rock” e “Inside Music”. Figura tra i collaboratori di “Poetarum Silva”, rivista online dedicata alla narrativa e alla poesia.
Il libro
Di che cosa parla veramente una canzone? Uno speaker radiofonico ha l’occasione di chiederselo ogni giorno, mentre dalla sua postazione elabora e manda in onda il palinsesto. Un lavoro che permette di volare con la fantasia e invita a immedesimarsi nelle vite degli ospiti e degli ascoltatori, scandite dalle parole e dalle melodie degli artisti. In questo libro sono presenti storie di varia natura, tutte riconducibili al rapporto che lega le nostre esistenze alla musica. Le canzoni permettono di costruire un codice personale da condividere o da tenere per sé, capace di riaccendere ricordi felici, tristi o malinconici. Come spiega il cantautore Francesco Di Bella nella prefazione, “è una questione di rivelazioni, di risposte che improvvisamente appaiono chiare. Versi che ristagnano nella nostra memoria e che aggrovigliati a solide melodie creano architetture emotive che pulsano di sensazioni familiari”.
16 aprile, ore 18, presentazione di "La parola nota a tutti gli uomini" di Osvaldo Frasari
Intervento della Prof.ssa Elena Porciani, del DiLBeC Università degli studi della Campania
il libro
La parola nota a tutti gli uomini è il racconto della vita di un uomo che alle soglie dei suoi trent’anni compie un percorso di ricerca per ristabilire un contatto con se stesso e con il mondo circostante. Una lettera indirizzata ad una sola parola, ma rivolta a chi sente la necessità di soffermarsi sugli aspetti cruciali della propria esistenza per provare a rimettersi in gioco, a riconsiderare le proprie idee in relazione ai rapporti umani e alle proprie capacità di comprendere e sentire l’altro.
Raccontando(si), quest’io che va incontro ad un’ineluttabile maturità, risponde all’urgenza di mettere a fuoco i frammenti che hanno costituito la propria identità e lo fa rievocando i ricordi del passato, recuperando per qualche momento quella capacità bambina di riuscire ad osservare le cose con gli occhi dell’incanto, prerogativa tanto cara alla costruzione della conoscenza attraverso la scoperta e la curiosità. Dai ricordi dell’infanzia a quelli più feroci dell’adolescenza, fino a giungere sui confini ancora instabili del presente, lo scrittore di questa lettera risale alle propria immagine come estraendola a forza di grafite dai solchi rimasti impressi sul foglio di un bloc-notes, ne viene fuori un bozzetto dai contorni sfumati, segno di una consapevolezza d’essere imperfetti, di aver contribuito, a furia di strappare fogli e scartare possibilità, alla propria incompletezza, a quella stessa condizione che lo spingerà a sperimentarsi in tanti rapporti per tentare di sedare quel senso di inquietudine generata da un’assenza.
Tracce di un’irrequietezza emotiva sono registrate anche grazie alle incursioni narrative che riportano sogni e incubi del protagonista; altre frequenze da intercettare per poter ricostruire il significato più puro di quello che siamo e di quella parola nota a tutti gli uomini, attraverso il suono di una voce che soltanto alla fine, a compimento di un percorso che pare segnato dal destino, proverà a scalfire quel silenzio che ognuno di noi ha dentro.
Chi scrive è nato nel Bloomsday del 1987, e La parola nota a tutti gli uomini vuol essere anche un omaggio all’insuperato capolavoro di James Joyce.
L'autore:
Osvaldo Frasari è nato il 16 giugno 1987. Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna e collaborato con la cattedra di Critica letteraria e Letterature comparate presso la Seconda Università degli Studi di Napoli.
È impegnato come socio fondatore e presidente con l’associazione culturale “La Cruna” e come Direttore della collana di narrativa per la Spring Edizioni.
Ha pubblicato i romanzi Senza Peso(2009), Domina in Somnia (2016) e La parola nota a tutti gli uomini (2018).
Mercoledì 17 aprile, ore 18: presentazione del docu-film "SMCV. La meglio ora. Un'altra storia"
Incontro con Giuseppe Di Monaco (sceneggiatore), Gianluca Seghizzi (ideatore - produttore), Pino D'Ambrosio (regista), Luigi Cinone (attore e conduttore) e con l' amichevole partecipazione di mastro ZIPPA
Venerdì 19 aprile, ore 18: Matti per i Classici. Una sera con... "Lo straniero" di Albert Camus
Letture di brani e dibattito. Modera Mariateresa Verona. Ingresso libero.
Mercoledì 24 aprile, ore 18, Scrittori in carta e ossa. Una sera con Vincenzo Scaglione autore di “Atlante”
Il libro
Dopo la fine di un amore, si potrà mai avere consapevolezza di ciò che è stato, di quello che è successo, di come saremo da quel momento in poi? Se ne avessimo le risposte, forse, non esisterebbero gli psicanalisti e soprattutto non esisterebbero gli scrittori che, con le proprie parole, danno forma alle emozioni, alle sofferenze, alle gioie e alle speranze di tutti noi. Si scrive per dimenticare e contemporaneamente per trattenere ancora, un’ultima volta, tutti quei ricordi che bruciano. E si legge per riconoscersi e ritrovare in quella storia una parte di sé. Atlante ha il peso delle risposte belle. Parole che hanno un peso. Parole che trasportano un peso. Parole che di questo peso ne fanno un ricordo importante. Quello di Vincenzo Scaglione, al suo esordio letterario, è un racconto moderno perché narra qualcosa di già ascoltato ma messo insieme attraverso un sentire che sa essere contemporaneo e che sa appartenere a tutti.
L’autore
Vincenzo Scaglione nasce a Napoli nel 1991. Laureato in lettere moderne è, attualmente, laureando in filologia moderna presso l’Università di Napoli Federico II. Umanista convinto, scrive da quando aveva dodici anni. Atlante è il suo primo racconto edito.
Venerdì 26 aprile, ore 18, Appuntamento con "Lo psicologo in libreria"
Incontro di gruppo gratuito a cura del dott. Fabio Ianniello
Una libreria è un posto pieno di storie, un luogo bellissimo per raccontarsi e, magari, provare a riscriversi. Lo psicologo in libreria è un'occasione abitata da storie per avvicinare le persone alla figura dello psicologo, cercando di allontanare pregiudizi e stereotipi. "Lo psicologo in libreria" è un incontro di gruppo, GRATUITO, tenuto dal dottor Fabio Ianniello, laureato in Psicologia clinica e dello sviluppo, specializzato in Psicoterapia sistemico relazionale, esperto in formazione e dinamiche di gruppo.
Per partecipare, si prega di chiamare o inviare un sms al 3477494306.

Per info: Libreria Spartaco, via Martucci 18, S. Maria C. V. (Ce), Tel. 0823 797063.

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.