Ivo e Otto alla scoperta della piramide alimetare

Natale

Don Chisciotte e Sancio Panza

Piccolo Principe

  

Teatro Ricciardi "A teatro con mamma e papà"

Capua (CE) – dal 24 Novembre 2019

Comunicato stampa

Gli spettacoli iniziano alle 11, Biglietto 7€
24 Novembre, La Mansarda- Teatro dell’Orco Compagnia di Teatro per le Nuove Generazioni presenta “Ivo e Otto alla scoperta della piramide alimentare"
Drammaturgia: Roberta Sandias. Regia: Maurizio Azzurro
La dieta mediterranea è un modello nutrizionale, e ancor più uno stile di vita, largamente diffuso in alcuni paesi del bacino mediterraneo, tra cui l’Italia, la Spagna, la Grecia, il Marocco negli anni cinquanta del XX secolo.
E’ stata riconosciuta dall’UNESCO come bene protetto e inserito nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’Umanità nel 2010.
Il concetto di dieta mediterranea è stato introdotto e studiato inizialmente dal fisiologo statunitense Ancel Keys, che scelse come luogo d’elezione per i suoi studi Pioppi, un piccolo borgo di pescatori in provincia di Salerno, dove soggiornò per oltre 40 anni, osservando accuratamente l’alimentazione della popolazione localeegiungendoallaconclusionecheladietamediterranea apportavabeneficiallasalute.
Tali benefici sono oggi universalmente riconosciuti.
L’intento di ” Ivo e Otto alla scoperta della Piramide Alimentare” è proprio quello di divulgare al giovane pubblico , attraverso il gioco del Teatro, gli effetti benefici di una sana alimentazione.
Ivo e Otto, rispettivamente giornalista e fotoreporter, sono stati inviati dalla loro testata giornalistica nel borgodove,graziealladietamediterranea,sivivefinoacent’anni edinottimasalute.
I due personaggi, una vera e propria coppia comica, sul modello vincente del Clown bianco e dell’Augusto, incontreranno i protagonisti del mangiar sano: frutta, verdura ,cereali e soprattutto sua Maestà l’olio d’oliva, ed impareranno a conoscere ed apprezzare le loro qualità, convertendosi anche loro al “mangiar sano” e soprattutto impareranno il valore della sostenibilità.
15 Dicembre, La Mansarda- Teatro dell’Orco Compagnia di Teatro per le Nuove Generazioni presenta “Festa di Natale”
Drammaturgia : Roberta Sandias – Regia : Collettivo La Mansarda
Scene : Martina Picciola – Costumi: Emilio Bianconi per Alchimia
Con : Gabriele Formato, Chiara Cianciola, Francesca Cafarelli ,Pasquale D’Orso
La Compagnia La Mansarda Teatro dell’Orco è in scena con il nuovo spettacolo natalizio “ FESTA DI NATALE”. La trama allegra e divertente porterà tutto il pubblico nel magico mondo della fantasia senza dimenticare i buoni sentimenti che trionferanno sempre. Scoprite , con noi, chi è stato buono e chi birichino in questo nuovo spettacolo dedicato al Natale. Topolino, Pippo, Paperino e Pluto con i loro amici più cari sono i protagonisti di questo show che insegnerà l’importanza di aprire il nostro cuore al vero spirito del Natale. Lasciatevi coinvolgere dalle comiche avventure del caro vecchio Paperino che con la solita testardaggine che lo contraddistingue cerca di resistere alle gioie della stagione natalizia. Le risate continuano con Topolino, Pippo e Pluto che impareranno un’importantissima lezione sul potere dell’amicizia. La magia della messa in scena regalerà a tutti i bambini l’emozione di celebrare il Natale insieme ai personaggi più amati della Disney, protagonisti di storie irresistibili ed indimenticabili legate da un leit – motiv di canzoni coinvolgimenti, appartenenti alla tradizione natalizia. Costumi originali e coreografie curatissime, inoltre, fanno dello spettacolo un ulteriore momento di divertimento puro.
Una giornata magica con le più belle atmosfere del Santo Natale… in compagnia di Paperino e i suoi amici!
19 Gennaio, La Mansarda- Teatro dell’Orco Compagnia di Teatro per le Nuove Generazioni presenta Teatro EIDOS in “Don Chisciotte e Sancio Panza"
liberamente ispirato da “Don Chisciotte” di Miguel de Cervantes
Scritto e Diretto : Virginio De Matteo
Scenografia : Claudio Mirra
Costumi: Nico Celli
Luci e Fonica : Ada De Matteo
con Raffaella Mirra, Mimmo Soricelli, Virginio De Matteo
“Don Chisciotte e Sancio Panza”: una delle coppie più celebri della letteratura mondiale. Lo spettacolo, messo in scena appositamente per i ragazzi, utilizza un linguaggio semplice e ripercorre gli schemi della Commedia dell’Arte e del Teatro Elisabettiano, disegnando un quadro fresco e buffo dei personaggi. Riso, immaginazione e fantasia sono il principio di una messa in scena divertente e godibile. La storia racconta di Don Chisciotte e Sancio Panza che si apprestano a liberare Dulcinea, prigioniera di un perfido duca. I due incontreranno i famosi mulini a vento e un disonesto oste che cercherà di sottrarre loro il danaro. Lo Spettacolo, insomma, condurrà il pubblico nel surreale mondo di Don Chisciotte; fatto di giganti e saracini, di estenuanti battaglie e alte gesta eroiche.
16 Febbraio, La Mansarda- Teatro dell’Orco Compagnia di Teatro per le Nuove Generazioni presenta La Compagnia Abruzzo Tu.Cur.- I Guardiani dell’Oca in “Hansel e Gretel”
con Tiziano Feola e Zenone Benedetto
musiche e versi Antonio CericolaLa Mansarda- Teatro dell’Orco
testo e regia Zenone Benedetto
8 Marzo, Compagnia La Mansarda- Teatro dell’Orco presenta Teatro Bertolt Brecht in “I Musicanti di Brema raccontano”
Regia : Maurizio Stammati
Adattamento : Pompeo Perrone
Luci ed audio: Antonio Palmiero
Costumi: Dora Ricca
Scenografia: Marco Mastantuono
Musiche: Domenico De Luca
con Maurizio Stammati e Chiara Di Macco
Quattro animali in fuga contro i soprusi e le prepotenze degli umani ma poi la soluzione è: < l’unione fa la forza > . Metafora del presente con risvolti attualissimi, lo spettacolo, raccontato con tecniche miste e con musica dal vivo, riflette sulla fuga e sull’approdo, sull’amicizia e il sopruso con uno sguardo all’utopia di un luogo dove tutto si fa più giusto e libero.
Sono tante le domande che nascono dalla visione di questo spettacolo : È giusto liberarsi degli affetti quando diventano vecchi e non più “produttivi”? È giusto sognare un posto migliore dove poter vivere senza sentirsi schiavi ma semplicemente seguendo le proprie aspirazioni? La gattina poetessa Emily ed il gallo pittore Chagall riusciranno a raggiungere i loro amici a Brema o si accontenteranno della casa nel bosco?
23 Marzo, La Mansarda- Teatro dell’Orco Compagnia di Teatro per le Nuove Generazioni presenta Centro Rat Teatro Dell'Acquario in “Il piccolo principe"
liberamente ispirato al racconto di Antoine De Saint-Exupèry
Adattamento teatrale e Regia : Dora Ricca
Luci ed audio: Eros Leale e Geppino Canonaco
Coreografie: Rossella Gaudio
con Paolo Cutili e Francesco Aiello
ll Piccolo Principe di Antoine De Saint – Exupéry, è un capolavoro della letteratura, non solo per ragazzi. È un racconto allegorico della nostra avventura umana, una parabola sull’infanzia e l’età adulta, sull’amicizia e sull’amore, sulla paura ed il coraggio, sulla morte e la speranza. Chi non conosce la trama di questo libro . È la storia di un incontro tra un pilota, caduto con il suo aereo in avaria nel deserto del Sahara, e un bambino, abitante di un asteroide, poco più grande di lui. La trasposizione teatrale, ne segue interamente il clima e la storia, puntuale anche nei flash/back e nel viaggio interstellare. Il suo viaggio tra gli asteroidi surreali traccia fedelmente i caratteri dei personaggi che incontra: il re, il vanitoso, l’ubriacone, l’uomo d’affari, il lampionaio, il geografo. Ognuno di questi incontri insegna qualcosa al Piccolo Principe e quando scende sulla terra è pronto per altre esperienze. L’incontro con la volpe gli fa scoprire il vero significato dell’amicizia: “non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.” Ma l’incontro più enigmatico avviene con un serpente, simbolo di trasmutazione, quando il Piccolo Principe avrà nostalgia per il suo pianeta e il desiderio di tornare dalla sua rosa, non esiterà a chiedergli aiuto. E poi l’addio con una interpretazione consolatoria: “Guarderai le stelle, la notte. È troppo piccolo da me perché ti possa mostrare dove si trova la mia stella. È meglio così. La mia stella sarà per te una delle stelle. Allora, tutte le stelle, ti piacerà guardarle… tutte saranno tue amiche”.
Una rappresentazione teatrale piacevole per tutti con tanti temi di riflessione : il suo messaggio umanista, lo stile limpido e il potere evocatore delle immagini

Teatro Ricciardi - Largo Porta Napoli, Capua (CE)
Tel. +39 0823 963874 - Email: info@teatroricciardi.it

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati.