Caina

 

Caserta Film Lab: eventi

Caserta - dicembre 2019

Comunicato stampa

Rassegna di cineforum al Duel Village Caserta in Viale Borsellino
Martedì 3, ore 21, Mercoledì 4 dicembre, ore 18, "Summer" di Kirill Serebrennikov
Russia, Francia 2018 - 126 min. Biografico
SINOSSI
Nella scena musicale della Leningrado dei primi anni ottanta, l'adolescente Viktor Coj fa la conoscenza del cantautore Mike Naumenko e di sua moglie Natal'ja, con i quali condivide la passione per la musica rock occidentale, invisa alla censura sovietica.
Martedì 17, ore 21, Mercoledì 18 dicembre, ore 18, "Un valzer tra gli scaffali" di Thomas Stuber
Germania, 2018 - 125 min. Drammatico
SINOSSI
Christian è il nuovo dipendente del supermercato alla scoperta di un mondo sconosciuto: le infinite corsie, il maniacale ordine del deposito, il meccanismo surreale del carrello elevatore. Il suo collega Bruno del dipartimento bevande lo prende subito sotto la sua ala, con protezione paterna nonostante i modi bruschi, insegnandogli tutti i trucchi del mestiere.

fuori circuito

Rassegna indipendente a Spazio X in Via Petrarca
Ingresso gratuito riservato ai soci Caserta Film Lab

Rassegna di classici d'autore

 

Independent Duel - diretta da Christian Coduto

Mercoledì 4 dicembre, ore 21, “Caina”, di Stefano Amatucci
regista e cast ospiti della rassegna di cinema indipendente
Una storia di disumanità e orrore, firmata da Stefano Amatucci, che ha ottenuto un notevole riscontro, di pubblico e critica, in Francia, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Estonia, Australia, Argentina, Uruguay e Stati Uniti. Dopo una lunga esperienza televisiva in fiction di successo come ‘Un posto al sole’ e ‘La squadra’, Amatucci firma un lavoro estremo e coraggioso sul tema dell’immigrazione selvaggia, sulle conseguenze di un fenomeno che spesso alimenta traffici illegali, sul razzismo e sulla tragedia umana che si consuma ormai quasi quotidianamente sulle coste italiane. La storia è quella di una ‘trovacadaveri’, interpretata magistralmente dall’attrice Luisa Amatucci, che ha il compito di recuperare i corpi extracomunitari che dall’Africa cercano di arrivare in Italia e che il mare riversa sulla riva. Lei sente i morti parlare, avere paura, lamentarsi, ne ascolta le sofferenze, le angosce, le delusioni. I cadaveri arenati vengono smaltiti sciogliendoli nel cemento in un centro di smaltimento statale. Anche Nahiri, tunisino, fa il “trovacadaveri”, ma è abusivo. Insieme ad un gruppo di immigrati irregolari, per sopravvivere, va in giro rubando dalle rive i cadaveri degli stranieri, vendendoli sottobanco al centro di smaltimento grazie alla connivenza della sua dirigente, l’anziana signora Ziviello, che opera nel malaffare. La merce è difficile da recuperare, così gli abusivi decidono di annegare a mare quelli che arrivano vivi. Nahiri non ci sta e abbandona il gruppo offrendosi di lavorare per Caina. Si scrutano diffidenti, si annusano come belve. Si scatena tra i due una guerra di civiltà.

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.