Giornate europee del patrimonio

Caserta e provincia - 26 e 27 Settembre 2020

Sintesi di Pia Di Donato

Due giorni di eventi, iniziative, laboratori in tanti musei, parchi archeologici e luoghi della cultura in Campania e sabato 26 apertura straordinaria serale a un euro

Eventi diurni

Mignano Montelungo

Sabato 26 Settembre, ore 19, presso il Castello Fieramosca, in occasione del 250°anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, il M° Ernesto Sparago omaggerà il grande compositore e il suo maestro Andrea Luchesi.
Nell’ambito della manifestazione sarà presentato il libro “Andrea Luchesi Il Kapellmeister di Ludwig van Beethoven“ edizione critica dell’opera di Luchesi. Il libro è stato scritto dal Maestro Ernesto Sparago (apparato critico e musicale ) e da Agostino Taboga (ricerca documentale e bibliografica).
Il progetto è patrocinato dalla città di Motta di Livenza dalla Fondazione Ada e Antonio Giacomini e dal conservatorio di Ginevra. Il progetto si rivolge a studiosi e musicisti con l’intento di stimolare l’interesse verso le composizioni superstiti di Andrea Luchesi.
Alla serata saranno presenti Il Sindaco di Motta di Livenza e il Presidente della Fondazione.

Maddaloni

Domenica 27 Settembre, ore 17:30, presso il Museo dell'Antica Calatia, in occasione del 250°anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, il M° Ernesto Sparago omaggerà il grande compositore e il suo maestro Andrea Luchesi.
Nell’ambito della manifestazione sarà presentato il libro “Andrea Luchesi Il Kapellmeister di Ludwig van Beethoven“ edizione critica dell’opera di Luchesi. Il libro è stato scritto dal Maestro Ernesto Sparago (apparato critico e musicale ) e da Agostino Taboga (ricerca documentale e bibliografica).
Il progetto è patrocinato dalla città di Motta di Livenza dalla Fondazione Ada e Antonio Giacomini e dal conservatorio di Ginevra. Il progetto si rivolge a studiosi e musicisti con l’intento di stimolare l’interesse verso le composizioni superstiti di Andrea Luchesi.
Alla serata saranno presenti Il Sindaco di Motta di Livenza e il Presidente della Fondazione.

Caserta

L’arte di imparare: storie di scuole e studenti in Terra di Lavoro.
Museo "Michelangelo" - ITS "Michelangelo Buonarroti", viale Michelangelo 1, Caserta
La mostra, allestita nelle sale del Museo "Michelangelo" dell'Istituto Tecnico Statale “M. Buonarroti” di Caserta (viale Michelangelo n.1), presenterà documenti dedicati al tema della scuola e della formazione, originali e in riproduzione, tratti dai diversi fondi del patrimonio dell'Archivio di Stato di Caserta.
Le testimonianze documentarie, relative a tutto il XIX secolo, saranno illustrate in una visita che comprenderà anche il percorso dedicato agli strumenti scientifici, parte della collezione permanente del Museo.
L’evento sarà arricchito dal concerto di musica antica "Maestri e scolari di musica da Guido monaco a Mozart", eseguito da Cappella Vocale e Strumentale “I Musici di Corte”, a cura dell'Associazione Culturale “Francesco Durante”, nell’ambito del progetto cofinanziato MiBACT “Esserci per cambiare il nostro quartiere”.
L'esposizione avrà una appendice presso il Planetario di Caserta (piazza Ungaretti, 1) con la mostra di libri storici “Storie di libri di scuola. Studiare le scienze”, visitabile dalle 16.30 alle 19.00.
Sabato 26 settembre, turni di visita: 17.00 - 17.30 - 18.00 - 18.30. Durata complessiva: 30 minuti.
Ore 19.00: intervento musicale
Tel 0823355665, Mail as-ce@beniculturali.it

Santa Maria Capua Vetere (CE)

Anfiteatro campano, Piazza I Ottobre 1860, Santa Maria Capua Vetere (CE)

1. La Capua antica e la Capua nuova: eredità narrate, eredità raccolte in uno gioco che coinvolge il patrimonio condiviso di due città storiche.
2. Il racconto di Capua antica nella città di moderna

All’insegna dello slogan “Imparare per la vita”, domenica 27 settembre dalle ore 10.00 l’Anfiteatro campano diventerà lo spazio di un percorso educativo di eredità narrate e raccolte in uno gioco che coinvolge il patrimonio condiviso di due città storiche, la Capua Antica e la Capua Nova. L’anfiteatro campano, simbolo e fulcro della città di Santa Maria Capua Vetere, è legato in maniera significativa alla nuova Capua, che conserva negli spazi cittadini e nel suo museo, tanto della città antica. Alcune delle chiavi d’arco che ornavano il portico esterno dell’Anfiteatro sono oggi visibili sulle facciate di edifici di Capua e nel Museo Campano, insieme all’iscrizione dedicatoria del monumento. Così come la città romana di Santa Maria Capua Vetere viene trasferita a Capua, a partire dall’incursione saracena dell’841 d.C., arricchendo la città nuova che si veste delle sue origini, così i nonni saggi dell’Archeoloclub trasferiranno frammenti della loro conoscenza ai nipoti, in uno scambio di saperi che fonde le generazioni in una ‘comunità educante’. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Santa Maria Capua Vetere, il Comune di Capua, il Museo provinciale campano di Capua e con l’Archeoclub - Sezione di S.M.C.V. Inoltre, per l’occasione, il comune di Santa Maria Capua Vetere organizzerà un percorso di visita nella città, che farà tappa al Museo archeologico dell’antica Capua (Via Roberto d’Angiò, 48) e, da lì, all'Anfiteatro campano, dove si potrà partecipare alle iniziative programmate per le Giornate Europee del Patrimonio 2020.
Contatti: Tel 08231831093, Mail anfiteatro_smcv@arte-m.net

Progetto Cur’Arti: Presentazione della Collezione dedicata all'inaugurazione del primo Museo-Ambulatorio d'Italia e Visita guidata
Il 27 settembre alle 11:00, nell’ambito del progetto Cur’Arti, verrà organizzata nell’anfiteatro campano e nel Museo dei Gladiatori, una visita guidata alla scoperta dei rilievi marmorei che decoravano la cavea con scene di caccia e narrazioni mitologiche rappresentate sui plutei e le transenne dei vomitoria, originariamente collocati nelle aree di accesso alle gradinate dell’Anfiteatro campano, e sulle armature in bronzo indossate dai gladiatori, le cui copie sono esposte all’interno dello stesso Museo. Seguirà la presentazione del Progetto ideato dalla dott.ssa Francesca Barrella, "Cur'Arti", prima rete networking in Italia di collaborazione fra Aziende Ospedaliere ed Istituti e Luoghi di Cultura finalizzata all'applicazione dell' Arteterapia, e di progetti di Inclusione sociale ed Accessibilità all'arte. Presentazione della collezione donata al Progetto Cur'Arti da parte di artisti di rilievo internazionale, Zerha Dogan, Pierre-Yves Le Duc, Emanuela Ughi, Domenico Sepe e Maurizio Ponticello, Veronica Della Porta, Eugenio Bennato, Scuola Comix.. La collezione promuove la inaugurazione del Primo Museo Ambulatorio in Italia, presso l'Azienda Ospedaliera ASL NA 2 Napoli Nord, e presso l'ospedale C.T.O. dell'Azienda Ospedaliera dei Colli, grazie all'impegno dei rispettivi direttori sanitari dott. Di Mauro e dott. D'Amore e della dott.ssa Monica Vanni, e delle donazioni delle Aziende farmaceutiche Piessefarma e Agaton.-Zehra Dogan. All’insegna dello slogan “Imparare per la vita”, domenica 27 settembre dalle ore 10.00 l’Anfiteatro campano diventerà lo spazio di un percorso educativo di eredità narrate e raccolte in uno gioco che coinvolge il patrimonio condiviso di due città storiche, la Capua Antica e la Capua Nova. L’anfiteatro campano, simbolo e fulcro della città di Santa Maria Capua Vetere, è legato in maniera significativa alla nuova Capua, che conserva negli spazi cittadini e nel suo museo, tanto della città antica. Alcune delle chiavi d’arco che ornavano il portico esterno dell’Anfiteatro sono oggi visibili sulle facciate di edifici di Capua e nel Museo Campano, insieme all’iscrizione dedicatoria del monumento. Così come la città romana di Santa Maria Capua Vetere viene trasferita a Capua, a partire dall’incursione saracena dell’841 d.C., arricchendo la città nuova che si veste delle sue origini, così i nonni saggi dell’Archeoloclub trasferiranno frammenti della loro conoscenza ai nipoti, in uno scambio di saperi che fonde le generazioni in una ‘comunità educante’. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Santa Maria Capua Vetere, il Comune di Capua, il Museo provinciale campano di Capua e con l’Archeoclub - Sezione di S.M.C.V. Inoltre, per l’occasione, il comune di Santa Maria Capua Vetere organizzerà un percorso di visita nella città, che farà tappa al Museo archeologico dell’antica Capua (Via Roberto d’Angiò, 48) e, da lì, all'Anfiteatro campano, dove si potrà partecipare alle iniziative programmate per le Giornate Europee del Patrimonio 2020.
Contatti: Tel 08231831093, Mail anfiteatro_smcv@arte-m.net

Succivo

ArcheoVisite: conoscere, educare, amare
Museo archeologico dell'Agro atellano, Via Roma, 5 - 81030 Succivo (CE)
Domenica 27 settembre alle 11.00 il Museo archeologico dell’Agro atellano, in collaborazione con l’Associazione Archeoclub Atella ‘Arturo Fratta’, organizza una visita guidata alla scoperta delle collezioni del museo. Molti dei reperti esposti sono stati rinvenuti negli scavi avviati dalle autorità competenti su segnalazione dei giovani soci dell’Archeoclub, preziose sentinelle del territorio che, con grande sensibilità, si fanno portatori insieme al museo di “storie di conoscenza”, con l’obiettivo di educare il territorio a conoscere se stesso, a proteggerlo, ad amarlo, a trasmetterlo alle generazioni future.
Per l’ingresso al museo è previsto un max 10 persone alla volta per piano espositivo (per un totale di 20 persone nel museo). Per le visite guidate è consigliata la prenotazione nel caso di gruppi superiori a 10 persone.
Contatti: Tel 0815012701, Mail drm-cam.succivo@beniculturali.it

Alife (CE)

Dalle fortificazioni sannitiche del Monte Cila all’acquedotto romano
Museo archeologico dell'antica Allifae, Piazza XIX Ottobre, Alife (CE)
Domenica 27 settembre, dalle 10.00 alle 13.00, il Museo archeologico dell’antica Allifae propone un percorso di visite guidate itineranti alla scoperta di Alife. Partenza dalle mura megalitiche sannitiche del Monte Cila fino all’acquedotto romano, con tappa finale al museo per una visita alle sale espositive. L’iniziativa, ideata per promuovere la conoscenza del territorio nelle Giornate Europee del Patrimonio, è organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Cuore Sannita di Piedimonte Matese ed è una preziosa occasione per conoscere uno dei luoghi più affascinanti della Campania antica.
Contatti Tel 0823 787005, Mail drm-cam.alife@beniculturali.it

Teano

Insieme ai Sidicini
Museo archeologico di Teanum Sidicinum, Via Nicola Gigli, 23, Teano (CE)
Domenica 27 settembre, dalle 10.00 alle 13.00, il Museo archeologico di Teanum Sidicinum, in collaborazione con l’associazione Amici dei Musei di Teano, organizza in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio visite guidate alla scoperta delle collezioni del museo. Attraverso un percorso tra le splendide sale del Loggione gotico, saranno raccontate le vicende dei Sidicini, un antico popolo italico, di stirpe osca, che abitava il territorio collinare alle falde del vulcano Roccamonfina, nell’area compresa dalle attuali regioni della Campania settentrionale e del Lazio meridionale, e che tante testimonianze hanno lasciato.
Contatti Tel 0823 657302, Mail drm-cam.teano@beniculturali.it

Aperture serali

Caserta

Una vita da stella
Planetario di Caserta, piazza Ungaretti 1, Caserta
Dove nascono le stelle? Come nascono le stelle? Qual è il meccanismo di produzione di energia delle stelle? Lo spettacolo racconta la suggestiva vita delle stelle, con potenza evocativa che uguaglia lo spettacolo naturale! Inoltre, agli spettatori sarà regalato un breve approfondimento sull'equinozio in occasione di quello d'autunno occorso martedì 22 settembre 2020, ore 13.31 locali.
Gli spettatori saranno immersi nelle immagini, in un clima che riproduce quello dello spazio profondo e saranno accompagnati dalla voce del narratore e cullati da musica di tradizione.
La manifestazione è organizzata nel pieno rispetto della normativa sulla sicurezza anti Covid.
Contatti Tel 0823344580, Mail info@planetariodicaserta.it, Website http://www.planetariodicaserta.it

Santa Maria Capua Vetere (CE)

Il Risveglio dell’Arte
Anfiteatro campano, Piazza I Ottobre 1860, Santa Maria Capua Vetere (CE)
Sabato 26 settembre alle ore 17.00, nell’area dell’Anfiteatro campano, sarà visitabile la mostra estemporanea “Il risveglio dell’arte”, a cura di Ferdinando Sorrentino, organizzata dall’Associazione Culturale Mitreo Film Festival in collaborazione con l'Associazione “Non me ne vado” per i 20 anni dell'omonimo festival. La mostra sarà accompagnata da una performance artistica e da un contest, in cui trenta artisti, interagendo con il luogo e gli spettatori, cattureranno nelle loro creazioni la bellezza del mondo circostante attraverso la pittura e la scultura, per immortalare, dopo l’isolamento costretto, il risveglio dell’arte. A conclusione dell’evento avrà luogo la premiazione da parte di una giuria composta da galleristi, direttori museali, critici e maestri, che decreterà i tre finalisti ai quali verrà assegnato un premio e, all'artista esordiente più giovane, sarà consegnata la targa premio di Artzone e MitreoFilmFestival. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il sito dell’Anfiteatro campano resterà aperto fino alle 22.00
Contatti Tel 08231831093, Mail anfiteatro_smcv@arte-m.net

Succivo

ArcheoVisite: conoscere, educare, amare
Museo archeologico dell'Agro atellano, Via Roma, 5, Succivo (CE)
Sabato 26 settembre alle 20.30 il Museo archeologico dell’Agro atellano, in collaborazione con l’Associazione Archeoclub Atella ‘Arturo Fratta’, organizza una visita guidata alla scoperta delle collezioni del museo. Molti dei reperti esposti sono stati rinvenuti negli scavi avviati dalle autorità competenti su segnalazione dei giovani soci dell’Archeoclub, preziose sentinelle del territorio che, con grande sensibilità, si fanno portatori insieme al museo di “storie di conoscenza”, con l’obiettivo di educare il territorio a conoscere se stesso, a proteggerlo, ad amarlo, a trasmetterlo alle generazioni future. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio il Museo archeologico dell’Agro atellano resterà aperto fino alle 22.30.
Per l’ingresso al museo è previsto un max 10 persone alla volta per piano espositivo (per un totale di 20 persone nel museo). Per le visite guidate è consigliata la prenotazione nel caso di gruppi superiori a 10 persone.
Contatti Tel 0815012701, Mail drm-cam.succivo@beniculturali.it

Maddaloni (CE)

Una sera al Museo di Calatia...
Museo archeologico di Calatia, Via Caudina, 353, Maddaloni (CE)
Sabato 26 settembre 2020 il Museo archeologico di Calatia celebrerà le Giornate Europee del Patrimonio con un’apertura serale straordinaria. Dalle 20.00 alle 23.00 i visitatori, nella splendida cornice del Casino dei duchi Carafa, potranno ammirare le collezioni del museo, che raccontano la storia del territorio attraverso i reperti provenienti dalle necropoli di Calatia e dall’area urbana, e l’edificio storico recuperato nella sua volumetria e nel suo prezioso apparato decorativo.
Contatti Tel +39 0823200065, Mail drm-cam.maddaloni@beniculturali.it

Teano

Insieme ai Sidicini
Sabato 26 settembre 2020 il Museo archeologico di Teanum Sidicinum, in collaborazione con l’associazione Amici dei Musei di Teano, celebrerà le Giornate Europee del Patrimonio con un’apertura serale straordinaria, dalle 19.00 alle 22.00, accompagnata da visite guidate alla scoperta delle collezioni del museo. Attraverso un percorso tra le splendide sale del Loggione gotico, saranno raccontate le vicende dei Sidicini, un antico popolo italico, di stirpe osca, che abitava il territorio collinare alle falde del vulcano Roccamonfina, nell’area compresa dalle attuali regioni della Campania settentrionale e del Lazio meridionale, e che tante testimonianze hanno lasciato.
Contatti Tel 0823 657302, Mail drm-cam.teano@beniculturali.it

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati. Per segnalazioni: redazione@casertamusica.com
Related sites: Orchestra Popolare Campana - Locali Caserta - Corepolis - Centro Yoga L'Arnia.