Alla Bottega del Teatro: Indefinibile Non Senso

Caserta, 9 Febbraio 2008

Articolo e foto di Pia Di Donato

Sabato 9 Febbraio, con replica domenica 10, alla Bottega del Teatro un atto unico sia come strutturazione che come contenuto. Diretti da Anna D'Ambra, non nuova a questo tipo di scelta teatrale, la Compagnia "Gli Esclusi" (Brunella Cappiello, Sergio Lieto, Giuseppe Marotta, Anna Maria Perrotta, Daniela Vito, Ambra Zerrillo) hanno presentato "Indefinibile Non Senso" ovvero un collage di brani di testi del "Teatro dell'Assurdo".
Fra i brani proposti, particolarmente riconoscibili sono stati quelli tratti da "Aspettando Godot" di S. Beckett e da "La Cantatrice Calva" di Jonesco.
Il gruppo, impegnato in una rappresentazione non facile, Ŕ sembrato molto affiatato, ed ha dato un'ottima prova di professionalitÓ specialmente nella seconda parte dell'atto quando un vero e proprio fiume di parole, basato su assonanze e dissonanze, non-sense e paradossi, - in un saltare dall'uno all'altro dei personaggi come in una partita di pallamano- si Ŕ riversato sul pubblico che davvero numeroso ha affollato il piccolo teatro.
Ancora una volta una bella prova di coraggio anche per Pierluigi Tortora che praticamente sente come "mission" quella di dare spazio, principalmente, alle interessanti realtÓ locali. In effetti una scelta di questo genere pone anche il dilemma relativo alla presa che questi spettacoli possono avere sul pubblico: sembra per˛ che questo dilemma sia stato ampiamente sciolto dagli spettatori che, oramai, ogni fine settimana riempiono con curiositÓ la "Bottega".
Ovviamente chiudo con un dilemma che pare abbia attanagliato anche i sei bravi attori per tutta la durata dello spettacolo: "E' meglio uccidere un coniglio o cantare in un ripostiglio?"

consulta: Bottega del teatro: 2░ edizione di "Voci dal quartiere"

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati.