Sal Da Vinci

Carlo Buccirosso

Mine vaganti

Peppe Iodice

Arturo Brachetti 

Muratori

Francesca Marini

Mogol e Gianmarco Carroccia

Maurizio Casagrande

Gabriele Pignotta, Vanessa Incontrada

Muratori

  

Stagione teatrale del Teatro Lendi

Sant'Arpino (CE) – dal 6 novembre 2023

 

Comunicato stampa

22 Novembre, ACAST Produzioni presenta "VASAME - L'amore è rivoluzionario" di Marisa Laurito
Regia: Massimo Venturiello
Con Marisa Laurito, Enzo Gragnaniello
Vasame è il titolo di una bellissima canzone di Enzo Gragnaniello e il sottotitolo recita “l’amore è rivoluzionario” perché oggi parlare d’amore sembra essere diventato rivoluzionario! In un mondo in cui spesso siamo avvolti da violenze, guerre, egoismi, è necessario riportare il timone sulla barra delle parole: Amore universale, scintilla di vita, bene, passione.
È questo l’argomento voluto fortemente dai due importanti protagonisti della scena italiana e che viene declinato in musica e parole, versi, pittura: poesia. Ma anche con l’ironia e il divertimento, caratteristiche congenite per due napoletani doc, totalmente distaccati dai luoghi comuni. Marisa intrattiene con racconti di vita scritti da grandi autori, storie d’amore, poesie, monologhi divertenti e canzoni. Dipingendo un quadro mentre Enzo incanta con la sua musica, che sarà poi donato a fine spettacolo a un prescelto tra il pubblico. Enzo e Marisa, un connubio perfetto di musica, parole e arte che rimbalzano dall’uno all’altra, con naturalezza e divertimento.
dal 26 al 30 Dicembre, Sal Da Vinci in "Stories"
uno spettacolo scritto da Sal Da Vinci, Luca Miniero e Ciro Villano, messa in scena Sal Da Vinci, Ernesto Lama
con Ernesto Lama, supervisione artistica Luca Miniero
musica dal vivo
Christian Capasso, basso e contrabbasso
Antonio Mambelli e Gianluca Mirra, batteria e percussioni
Maurizio Fiordiliso, chitarra
Giuseppe Fiscale, fiati e tastiere
Sasà Piedepalumbo, fisarmonica e pianoforte
scene Roberto Crea
costumi Lisa Casillo
disegno luci Francesco Adinolfi
video Mariano Soria
L’idea è quella di uno spettacolo che unisca il cuore della canzone di Sal con la modernità, anzi con la quotidianità della tecnologia con la quale tutti i giorni ci confrontiamo: i social. Tutto si svolge su un palco, elegante, dal sapore neutro ed essenziale, gli unici elementi che hanno risalto sono un pianoforte con un computer adagiato sopra e un videowall sul fondo del palco.
Sal armeggia al computer e prepara vere e proprie storie Instagram. Sono queste storie il filo conduttore dello spettacolo. Mentre le compone ecco l’occasione per parlare della sua vita con originalità al pubblico in sala.
Ma procediamo per ordine, con alcuni esempi. La prima storia Sal la realizza utilizzando alcune foto del padre che vengono proiettate sul videowall. Mentre appaiono lui le commenta, e commenta un pezzo della sua vita.
Instagram diventa un modo nuovo, moderno e non autocelebrativo, per parlare di sé, e consente di far correre lo spettacolo su due binari. Da un lato la storia pubblica che davvero Sal mette on line una volta composta, ma anche e soprattutto la storia privata e intima raccontata con ironia al pubblico in sala.
Insomma il pubblico a casa o su Instagram vede il finale del discorso, il risultato, ma tutto il racconto emozionale che porta a quella storia si svolge sul palco.
Ogni storia avrà un argomento, corredato di video e foto e scritte…con un testo e una canzone che l’accompagnerà. Il rapporto con il padre, vari personaggi della sua vita, i figli, gli esordi ai matrimoni, il successo, Scugnizzi, il rapporto con Pino Daniele, ma anche il rapporto con la madre, e con quel genio di De Simone…vogliamo conoscere la sua opinione su Napoli, e dove stava durante il terremoto ma anche come avvenne l’incontro con Mattone per Scugnizzi.
Dieci storie di vita e anche di Instagram perché Sal ha una vita che merita un racconto intimo. Un Sal inedito, intimo, un viaggio profondo quasi psicoanalitico fra Napoli, la musica e i colori di un artista che con l sua voce e la sua vita sfugge a tutte le etichette
dal 10 al 12 Gennaio, Nuovo Teatro, Fondazione Teatro della Toscana presenta "Mine vaganti" di Ferzan Ozpetek
Regia: Ferzan Ozpetek. Con: Francesco Pannofino, Iaia Forte, Erasmo Genzini, Carmine Recano, Simona Marchini
La commedia - ispirata all’omonimo film del 2010, vincitore di due David di Donatello - narra la storia del giovane Tommaso, che torna nella grande casa di famiglia a Lecce con l’intenzione di comunicare al variegato clan dei parenti chi veramente è: un omosessuale con ambizioni letterarie e non un bravo studente di economia fuori sede come tutti credono. Ma la sua rivelazione viene bruciata sul tempo da una rivelazione ancora più inattesa e scioccante del fratello Antonio. Tommaso è costretto a fermarsi a Lecce, rivedere i suoi piani e lottare per la verità, contro un mondo famigliare pieno di contraddizioni e segreti.
Martedì 16 e mercoledì 17 gennaio, ore 20.45, Malfi Music presenta Peppe Iodice in "So’ Pep…Sempre di più" spettacolo di Peppe Iodice
scritto con Marco Critelli e Francesco Burzo, regia e terapia di Francesco Mastrandrea
Tutto il mondo sta provando a venire fuori da un periodo estremamente complesso: guerra, pandemia, crisi economica hanno cambiato le regole del gioco! E per gli artisti non ha fatto differenza, così quando nella scorsa stagione abbiamo pensato al nuovo spettacolo insieme a Peppe Iodice, ci siamo detti che forse ci avrebbe fatto bene usare questo nuovo show come un’occasione per liberarci dalle nostre paure, preoccupazioni, perplessità, e dove farlo se non in teatro? Da sempre nostro luogo preferito per esprimere emozioni.
Abbiamo così deciso di condividere con gli spettatori le riflessioni, i pensieri e la personalissima visione comica della realtà che ha reso Peppe un beniamino del pubblico.
La versione aggiornata di questo show è sempre più attuale, sempre più irriverente e sincera, sempre più vicina al ritratto di Peppe Iodice, uomo e artista, sempre di più Pep!
Insieme al pubblico proveremo a dare vita a una terapia di gruppo, alla nostra maniera, e vi sveleremo i nostri segreti, liberamente e senza filtri, tanto alla fine ‘resta tra noi’.
Da mercoledì 31 gennaio a venerdì 2 febbraio, Francesca Marini in "La mente torna - Mina Tribute"
diretto da Gaetano Liguori
La mente torna è un tributo ad una delle più grandi interpreti del panorama italiano e mondiale: Annamaria Mazzini in arte Mina.
Francesca Marini con la sua statura minuta che la rende uno scricchiolo (capace però di trasformarsi quando è sul palco) e il suo immenso amore per il canto, omaggeranno questo gigante della musica leggera interpretando alcune delle sue canzoni più belle e significative. Francesca alternerà ai pezzi cantati il racconto dei momenti più importanti della carriera della grande artista.
Uno spettacolo straordinario che, tra musica, canto, luci e immagini, porterà lo spettatore indietro nel tempo facendogli ripercorrere i “Migliori anni“ della propria vita.
Le scene sono di Tonino Di Ronza, la consulenza musicale di Roberto Criscuolo, i costumi della sartoria Pennacchio.
da 21 al 23 febbraio, Pb Produzioni presenta "Paolo Belli - Pur di far commedia" di Alberto Di Risio, Paolo Belli
Regia: Alberto Di Risio. Con: Paolo Belli
Paolo Belli torna in teatro con Pur di far Commedia, piece scritta ancora una volta con Alberto Di Risio, evoluzione naturale di “Pur di fare Musica”. La commedia è ambientata in una sala prove dove Paolo tenta tra mille difficoltà di allestire uno spettacolo, tra musicisti e attori ritardatari e personaggi surreali che cercano ogni occasione per guadagnare la ribalta.
Lo spettacolo è l’occasione per raccontare in chiave comica episodi di vita vissuta, aneddoti e leggende di una carriera lunga 30 anni. Tutti elementi che porteranno Paolo a doversi districare tra equivoci, paradossi ed eccessi di protagonismo, per cercare comunque di portare a casa “la serata”. Non manca ovviamente la musica, che fa da collante naturale a una serie di gag esilaranti, per un nuovo ed irresistibile mix di risate e canzoni.
Con Paolo Belli, Juan Carlos Albelo Zamora, Gabriele Costantini, Mauro Parma, Enzo Proietti, Gaetano Puzzutiello, Peppe Stefanelli e Paolo Varoli.
Dal 28 Febbraio al 1 Marzo, Carlo Buccirosso in “Il vedovo allegro”
scritto e diretto da Carlo Buccirosso
Tre anni dopo la fine della pandemia, Cosimo Cannavacciuolo, vedovo ipocondriaco stabilmente affetto da ansie e paure, inquilino del terzo piano di un antico palazzone situato nel centro di Napoli, persa la sua amata moglie a causa del virus, si ritrova a combattere la solitudine e gli stenti dovuti al fallimento della propria attività di antiquariato, che lo ha costretto a riempirsi casa della merce invenduta del suo negozio e a dover lottare contro l’ombra incombente della banca concessionaria del mutuo che, a causa dei reiterati mancati pagamenti, minaccia l’esproprio e la confisca del suo appartamento…
La vita di Cosimo sarebbe stata molto più vuota e monotona senza la presenza di Salvatore, bizzarro custode del palazzo, e dei suoi due figli Ninuccio e Angelina, il primo in costante combutta con lo stesso e la seconda votata al matrimonio e
alla pulizia del suo appartamento.
Ed è anche per fronteggiare le difficoltà economiche del momento che Cosimo ha concesso l’uso di una camera dell’appartamento a Virginia, giovane trasformista di cinema e teatro che gli porta una ventata di spensieratezza che non guasta…
Ma la vera angoscia del vedovo antiquario è rappresentata dai coniugi Tomacelli, vicini di casa, depositari di un drammatico segreto che da mesi contribuisce a rendere ancora più complessa la sua quotidiana e strenua lotta per la sopravvivenza!
Riuscirà l’inquilino del terzo piano ad uscire dal baratro in cui è piombato ormai da tre anni? Lo scoprirete solo venendo a teatro…
dal 6 all'8 Marzo, "Il viaggio del papà" una commedia di Maurizio Casagrande e Francesco Velonà
cast Ania Cecilia, Michele Capone, Giovanni Iovino
performer Arianna Pucci
disegno luci Saverio Toppi, scenografia Max Comune, costumi Mariarosaria Riccio
regia Maurizio Casagrande
Questa è la storia di un padre e di un figlio che non si conoscono. Provano un profondo fastidio l’uno nei confronti dell’altro, divisi da sempre dalle loro differenze. Il padre avrebbe voluto un figlio che gli somigliasse; pragmatico, efficiente e spregiudicato, sempre alla ricerca del successo personale, esattamente come lui.
Invece gli è capitato un figlio sognatore, vacuo e incapace di realizzare qualunque cosa. Il figlio dal canto suo, avrebbe voluto un padre che non incarnasse rigidamente la figura genitoriale, ma che fosse senza pregiudizi nei suoi confronti, che avesse una visione più ampia e moderna del mondo.
Due realtà che non si capiscono. Un padre ed un figlio che si danno la possibilità dell’incontro decidendo di fare un viaggio insieme, con la speranza che questa esperienza condivisa possa abbattere il muro che li divide.
Durante il loro viaggio accadrà un evento straordinario che li porterà a cambiare la loro visione del mondo. Come novelli Robinson Crusoe si ritroveranno naufraghi su di un’isola sconosciuta, costretti a cooperare e aiutarsi a vicenda per sopravvivere.
Scopriranno che quell’isola non è come tutte le altre. È fatta di plastica e tutto quello che troveranno in quel luogo non è quello che sembra. Questo li porterà ad un incontro con un essere sovrannaturale che, attraverso il linguaggio universale della musica, chiederà il loro aiuto per non morire.
“Ci tenevo molto però a raccontare questa storia perché credo sia molto importante, vedere un uomo convinto di sapere tutto, crollare di fronte ai suoi peggiori incubi, fa sempre ridere, e far ridere è la mia missione principale.
Se poi nel farlo, riesco ad accendere anche una piccola riflessione sono veramente felice. Ah, dimenticavo, il titolo è “Il viaggio del papà”, perché in fondo il papà è il nostro primo eroe.”
Dal 19 al 21 Marzo, Arte Brachetti presenta "Arturo Brachetti - Solo" di Arturo Brachetti
Regia: Arturo Brachetti, David Ottone. Con Arturo Brachetti
Arturo Brachetti, il grande maestro internazionale di quick change, ritorna con un nuovo one man show. Un varietà surrealista in cui incanta il pubblico con le sue abilità di trasformista e le molte arti in cui eccelle, dal sand painting al laser show, fino ad alcune straordinarie novità. Dentro ciascuno di noi esiste una casa segreta, senza presente, passato e futuro, in cui conserviamo i sogni e i desideri… Arturo ci condurrà fino alla soglia per mostrare la meraviglia che è in ognuno di noi. Prima del debutto internazionale, Brachetti vuole portare al pubblico italiano il suo spettacolo che approderà ai palcoscenici mondiali nel 2017.
dal 3 al 7 Aprile, a.ArtistiAssociati presenta "Scusa sono in riunione, ti posso richiamare?" di Gabriele Pignotta
Regia: Gabriele Pignotta. Con Gabriele Pignotta, Vanessa Incontrada (2020)
Già il titolo racconta molto di questa commedia, una frase che si trasforma in tormentone, per una generazione, quella dei quarantenni di oggi, abbastanza cresciuta da poter vivere inseguendo il successo e la carriera ma non abbastanza adulta da poter smettere di ridere ed ironizzare su se stessa. Ex ragazze ed ex ragazzi che senza accorgersene sono diventati donne e uomini con l'animo diviso tra le ambizioni ed i propri bisogni di affetto, ma anche in fondo persone portatrici sane di un fallimento sentimentale vissuto sui ritmi frenetici di un'esistenza ormai dipendente dalla tecnologia che non lascia spazio ad un normale e sano vivere i rapporti interpersonali! Ma cosa succederebbe se queste stesse persone per uno strano scherzo di uno di loro si ritrovassero protagonisti di un reality show televisivo? La risposta rimane di proprietà di un pubblico che dopo avere riso di se stesso si interrogherà a lungo sul senso di molti aspetti della sua vita!
Dal 17 al 19 Aprile, Ente Teatro Cronaca-Vesuvioteatro presenta "Muratori" di Edoardo Erba
Regia: Peppe Miale. Con: Massimo De Matteo, Francesco Procopio
n una notte sospesa e infinita due muratori si insinuano illegalmente in una sala teatrale al confine con un supermercato per realizzare – su incarico dell’unico proprietario e soprattutto in silenzio – un muro abusivo al fine di allargare gli spazi del contiguo esercizio commerciale. Ma la magia di quel luogo con tutto ciò che è e ciò che rappresenta si palesa a loro (naturalmente ignari), disvelando presenze pronte a sollecitare voragini di emozioni nei cuori dei due nostri anti-eroi. Si palesa ad esempio una incantevole figura di donna, tale signorina Giulia – lascito probabile di qualche personaggio ottocentesco andato in scena su quel palco – che appare ora all’uno ora all’altro muratore per sparigliarne le rispettive esistenze. E i due poveri lavoratori, cui la notte e la stanchezza avevano già offerto il destro per parlare dei massimi sistemi pur sempre in coerenza con la loro identità, si confrontano anche duramente in una staffetta di infatuazioni, fino addirittura a creare i presupposti per scombinare il sodalizio edile che avevano cercato di avviare, lasciando sul terreno di quella contesa i rottami delle rispettive esistenze.
Rottami che poi sono anche i rottami di quell’abusivo muro che stava- no realizzando e che, forse involontariamente o forse no, non diverrà impresa compiuta. Il muro non sarà eretto ed il palcoscenico che sarebbe stato inglobato nel supermercato, continuerà a vivere esplicando la sua vocazione.

Altri eventi

18 Novembre, ore 20:00, Notte di Note Show X Edizione
Non si tratta solo di un evento spettacolare, ma di un atto straordinario di amore e solidarietà. Questa è la tua opportunità di essere parte di qualcosa di più grande, di fare la differenza e di aiutare chi ha bisogno.
Preparati per una serata straordinaria con artisti internazionali di calibro mondiale! Manuela Villa, Annalisa Minetti, Sonia Addario, Anna Calemme, Luigi Libra, Consiglia Morone, Il Giardino Dei Semplici, Luana Bellusci, Sara Grimaldi, Eumeuric Fleury e Marianna Fortuna daranno il massimo per te.
Sotto la guida dei maestri Carmine Caiazzo ed Ettore Gatta, un'orchestra straordinaria darà vita alla musica in un modo che non hai mai immaginato. Sarà un'esperienza che ti toccherà nel profondo.
Presentatori
Raffaele Crescenzo e Cinzia Profita, con il loro carisma unico, renderanno questa serata ancora più speciale. Sarà un'esperienza coinvolgente e indimenticabile grazie a loro.
Ogni biglietto acquistato farà la differenza. Il ricavato dell'evento verrà interamente devoluto in beneficenza per sostenere la lotta contro la leucemia. Ogni nota suonata, ogni applauso, ogni sorriso farà la differenza nella vita di chi ne ha bisogno.
Per l'acquisto dei biglietti, non esitare a contattarci al numero: 3891123165.
Dal 26 al 30 dicembre, Sal Da Vinci - Stories
Con Sal Da Vinci ed Ernesto Lama
dal 5 al 7 Gennaio, "Natale in casa Cupiello" di E. De Filippo
Regia di Domenico Palmiero
È una carezza al cuore, un tuffo nel nostro passato che si fa sempre più presente. La famiglia Cupiello è lo specchio dei nostri ricordi più teneri; è quella famiglia che vorremmo abitare ma che si perde nel vago ricordo di un profumo che abbiamo respirato. 
E' previsto servizio navetta con partenza da San Marco Evangelista (Ce)
371 426 59 47 - 348 41 64 326
3 febbraio, ore 21, Mogol e Gianmarco Carroccia in "Emozioni"
Dal 15 al 17 marzo, Franco Ricciardi
16 Aprile, ore 21, Guitar Experience Night con Andrea Braido, Ciro Manna, Special Guest - Patrix Duenas Band
Con Antonio Muto/Drums, Marco Galiero/Bass. Opening Act: Davide Carusone Band

Teatro Lendi - via Alessandro Volta 176 Sant'Arpino (CE)

Contatti e sito web del Teatro Lendi: 081 8919620 / 347 8572222, info@teatrolendi.it, www.teatrolendi.it
Teatro Lendi, Via Alessandro Volta, 144, Sant'Arpino (CE)

Casertamusica.com - Portale di musica, arte e cultura casertana. Testi ed immagini, ove non diversamente specificato, sono proprietà di Casertamusica.com e della Associazione Casertamusica & Arte. Vietata ogni riproduzione, copia, elaborazione anche parziale. Tutti i diritti riservati.